Rialza le saracinesche, dopo oltre un anno, il Centro Olimpo di Palermo. E lo fa grazie ad un'operazione di Workers Byout, primo progetto in Italia in un'azienda della GDO sotto sequestro. Trentaquattro ex dipendenti, sostenuti e coadiuvati da Legacoop Palermo, hanno dato vita alla cooperativa "Progetto Olimpo", ottenendo prima l'assegnazione dei locali sequestrati alla Romana Costruzioni e poi l'affitto dell'azienda dalla curatela fallimentare della K&K, controllata di Aligrup e anch'essa sottoposta a provvedimento di sequestro.

Il progetto ha avuto un costo di oltre un milione di euro, di cui oltre 500mila euro investiti dai cooperatori e il resto da Cfi (società finanziaria partecipata dal ministero dello Sviluppo Economico che sostiene la nascita di cooperative di lavoratori) e Coopfond, che partecipano come soci sovventori, mentre Unipol e Banca Etica lo hanno finanziato concedendo la liquidità necessaria all'avvio dell'impresa.

Share by: